anno  VI - n. 5
11 febbraio 2004

 

immagine tazza caffè su quotidiano

 

 

 

Mondo agricolo Veneto - logo

Brevi

Secondo l’Istat aumenta la produzione di vino 
Nel 2003 sono stati raccolti 61,6 milioni di quintali di uve da vino, con un aumento dell'1% rispetto all'annata precedente. Questi i dati Istat sull'anno appena trascorso, che sanciscono un avanzamento del Nord (+1,5%) e del Sud (+4,5%) in grado di compensare la flessione del Centro (-9%). In particolare, oltre la metà della produzione si è concentrata in sole quattro regioni (Veneto, Emilia Romagna, Puglia e Sicilia). Il Veneto si è confermato al primo posto con 10 milioni di quintali, seguito dalla Sicilia con 9,3 e dalla Puglia con 8,3. Rispetto al 2002, fanalino di coda sono state le Marche con -27%. Per quanto riguarda l'utilizzazione del prodotto raccolto, infine, 57,9 milioni di quintali sono stati impiegati per la produzione di vino, 3,3 milioni di quintali sono stati destinati a mosti, mentre la quota residua è stata utilizzata per il consumo diretto e la produzione di succhi di uva.

Esiti occupazionali diplomati Istituti alberghieri del Veneto
L’ente regionale Veneto Lavoro ha presentato a Mestre una ricerca che ha preso in esame i percorsi di studio e gli esiti occupazionali di tutti i 15 Istituti Professionali di Stato per i servizi alberghieri e della ristorazione del Veneto. Tra gli altri sono intervenuti gli assessori regionali al turismo Floriano Pra e alla formazione Raffaele Grazia.L’indagine, che ha interessato un campione di diplomati tra il 1997-2002, ha evidenziato una sostanziale facilità, per la maggioranza, ad entrare nel mondo del lavoro, in base al tipo di diploma acquisito, e una certa soddisfazione per il lavoro svolto. L’elemento più critico riguarda però la percezione della bassa coerenza tra percorso di studio e lavoro svolto. L’assessore regionale al turismo Pra, ha rilevato che il turismo è la più grande industria del Veneto e può offrire sbocchi occupazionali anche in caso di recessione economica. E’ necessaria quindi, afferma l’assessore Grazia, un’adeguata formazione turistica per garantire al settore una crescita soprattutto nella qualità.

Compost e raccolta differenziata, un convegno a Veneto Agricoltura
Dal 3 al 24 febbraio, nella sede della Corte Benedettina di Veneto Agricoltura organizza questo corso allo scopo di preparare operatori in grado di costituire un valido supporto tecnico per i Comuni (o altri Enti interessati) che iniziano o hanno già intrapreso la raccolta differenziata dei rifiuti e di gestire gli obblighi e le pratiche burocratiche in materia di rifiuti urbani ed assimilabili. Il corso è aperto a operatori e tecnici degli Uffici Comunali e Provinciali e di altre strutture pubbliche o private che operano nel settore ambientale (raccolta rifiuti urbani). Quota di iscrizione di € 180.00. Info tel. 049/8293920 o www.venetoagricoltura.org

I demani civici e le relative operazioni di riordino 
La Regione Veneto, al fine di garantire un adeguato aggiornamento professionale per tecnici e funzionari comunali impegnati in attività collegate alla gestione dei demani civici e relative operazioni di riordino, ha richiesto a Veneto Agricoltura la collaborazione per l'organizzazione di attività formative, informative e divulgative per il periodo 2002-2004. Veneto Agricoltura, fino al 10 febbraio, propone la terza edizione di questo corso che si rivolge a liberi professionisti e a Funzionari e Responsabili degli Uffici Tecnici delle Amministrazioni Comunali del Veneto. La sede dell’incontro è la Corte Benedettina di Legnaro, tel. 049/8293920 o www.venetoagricoltura.org.