anno  IV - n. 48
3 dicembre 2002

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Mondo agricolo Veneto - logo

Prodotti tradizionali

La patata americana di Anguillara e Stroppare

Quando la campagna comincia ad essere avvolta da una leggera coltre di nebbia, sotto un cielo grigio e il freddo comincia a farsi più intenso, ecco comparire tra i banchi dei fruttivendoli e nelle fiere d'autunno le patate americane che, insieme alle caldarroste e accompagnate da un buon vino novello aiutano a riscaldare il corpo e a rallegrare lo spirito.

Gli intenditori o i consumatori più informati quando le coprano si assicurano che siano "patate americane di Anguillara", area dove la coltivazione di questo tubero venne introdotta poco più di un secolo fa, trovando un terreno particolarmente adatto e fertile, soprattutto per le caratteristiche pedoclimatiche dell'area considerata.

Particolare importanza, infatti, riveste il fattore pedologico, essendo la patata una radice, per il cui sviluppo sono determinanti le condizioni del suolo, la conformazione , nonché le caratteristiche climatiche ed organolettiche.

Nel corso di un secolo la coltivazione delle patata americana ha assunto nell'area di Anguillara connotazioni sempre più forti, sia per quanto riguarda i peculiari aspetti agronomici e varietali, legati alle tradizionali tecniche di coltivazione e alla selezione di varietà particolari che la distinguono dalle altre coltivate in Italia, sia per la cornice culturale, fatta di tradizioni popolari e di arte culinaria. Questi aspetti hanno fatto si che la Patata Americana di Anguillara e Stroppare si ritagliasse una nicchi di mercato con una propria precisa connotazione e notorietà.

Secondo le notizie bibliografiche si apprende che la Patata Americana, originaria dell'America centrale, venne introdotta inizialmente in Toscana attorno al 1630, rimanendo però più che altro una curiosità botanica fino al 1880, quando il Duca Antonio Donà dalle Rose ne iniziò una coltivazione intensiva nei propri terreni, in provincia di Rovigo, a ridosso del fiume Adige. Da questa zona la coltura si estese al di la dell'Adige in territorio padovano e in particolare nella zona appunto di Anguillara e nella frazione Stroppare.

Qui la patata americana entrò nel consumo popolare, grazie alla sua completa utilizzabilità: le radici migliori venivano infatti utilizzate nelle tavole, quelle di scarto e la parte restante della pianta, sfalciata prima della raccolta dei tuberi, utilizzate per l'alimentazione del bestiame. Le varietà coltivate nella zona padovana sono tipiche di questo areale e in esso sono state via via selezionate dai singoli coltivatori, che tuttora procedono autonomamente alla moltiplicazione del materiale da trapianto, con tecniche di lavorazione rimaste pressoché immutate nel tempo.

 

CARATTERISTICHE DEL PRODOTTO
La "Patata Americana di Anguillara e Stroppare" viene coltivata in terreni formati da alluvioni recenti dei fiumi Adige e Gorzone, che hanno ricoperto gran parte del terreno invaso con uno strato di torbe dall'originaria palude. Le talee da trapianto vengono ottenute da radici tuberizzate conservate in azienda, messe a dimora e rincalzate. La raccolta avviene previo sfalcio della parte aerea e successiva estirpazione.
Le caratteristiche del prodotto sono determinate da alcuni fattori, soprattutto da quelli legati alle peculiarità pedoclimatiche dell'area considerata. Queste assumono particolare importanza, essendo il prodotto di tale coltura una radice, per cui le condizioni del suolo contribuiscono in modo determinante a definirne l'accrescimento, la conformazione, nonché le caratteristiche chimiche ed organolettiche e quindi, in definitiva, la qualità e le rese.
Ciò può spiegare come, dalle aree limitrofe in cui era stata introdotta, la patata americana abbia trovato particolare diffusione solo in questa zona dalle specifiche caratteristiche pedologiche e dove la sua coltivazione è proseguita in modo intenso anche quando essa veniva altrove abbandonata.
E' un prodotto vegetale con radici di riserva ingrossate e carnose - radici tuberizzate - di forma molto allungata e rogolare, con buccia di colore bianco o bianco crema e polpa bianco crema, carnosa e con accentuata assenza di fibrosità. La pezzatura varia mediamente dai 5 ai 10 centimetri di diametro.
La "Patata Americana di Anguillara e Stroppare" dopo cottura si presenta dolce ed estremamente tenera e carnosa, rimane di ottima consistenza e non risulta eccessivamente farinosa. Presenta aroma e profumo particolari dovuti agli olii volatili presenti nel prodotto fresco o che si sviluppano dopo cottura, assenza di fibrosità. Tali caratteristiche sono riconducibili sia alla varietà selezionata in zona sia alla particolare natura del terreno.

STRUTTURA DI CONTROLLO
Il controllo viene eseguito da C.S.Q.A S.r.l. di Thiene, autorizzato ai sensi della norma EN 45011.

ELEMENTI SPECIFICI DELL’ETICHETTATURA
Il Prodotto immesso al consumo deve recare la dicitura "Patata Americana di Anguillara e Stroppare" seguita dalla menzione Indicazione Geografica Protetta e dall’organismo gestore del marchio.

DISCIPLINARE DI PRODUZIONE
Secondo il disciplinare di produzione, l'indicazione geografica protetta "Patata Americana di Anguillara e Stroppare" è riservata solo al prodotto orticolo che risponde a specifiche condizioni e ai requisiti previsti.
La colture destinate a tale produzione devono essere costituite da piante della famiglia delle Convolvulaceae - genere Ipomoea – specie Batatas e l'area di coltivazione è circoscritta all'intero territorio dei Comuni di Boara Pisani, Stanghella, Solesino, Pozzonovo e Anguillara Veneta in provincia di Padova.
L’attuazione dei controlli avviene tramite un Albo dei produttori, tenuto presso la Camera di Commercio di Padova e ai sensi dell’art. 10 del Reg. 2081/92/CEE i controlli per la corretta applicazione del disciplinare di produzione vengono affidati al Ministero per le Politiche Agricole.

CARATTERISTICHE CHIMICHE
E’ composta da Acqua - 68,2 %, con residuo secco pari al 31,8% di cui 83,9% di zuccheri, 5% di proteine, 6% di fibra grezza, 1,3% di grassi e 3,8% di ceneri.

AVVICENDAMENTO
La patata americana ha di norma un avvicendamento biennale o al più triennale; viene generalmente preceduta dal mais e, in rotazione triennale, è seguita dal frumento. L'avvicendamento con il mais è preferito per il miglioramento che tale coltura apporta sia relativamente alla struttura del terreno, sia per l'arricchimento di sostanze nutritive dovuto alle abbondanti concimazioni.

COME SI CONSUMA
La patata americana si consuma lessa oppure arrostita in forno o sotto le ceneri. E' usata anche come ingrediente principale in lacune ricette locali, quali la torta di patate e gli gnocchi dolci da condire con burro, zucchero o tradizionalmente con melassa, cannella e, volendo, grana grattugiato. Inoltre può essere utilizzata nella preparazione di dolci e marmellate.

COME SI CONSERVA
I tuberi si devono consumare freschi e prima del loro utilizzo devono essere conservati in ambienti aerati.